lunedì 25 marzo 2019

Sforzetto

Pater: " Ma sei sicuro???"

Junior: " Sì papa!"

P: " Ma proprio sicuro, sicuro??"

J: " Sì -ì!!"

P: " Neanche facendo uno sforzetto???
Dai.... !!"

Impe: " Ma lo vuoi lasciare in pace 'sto ragazzino??"

P: " E' arrivato fino a qui!!
Mollare proprio adesso è un peccato!!"

I: " 'Mollare' che cosa???
Junior, togliti il termometro per cortesia."

J: " 37,6 "

I: " Direi che oggi se ne sta a casa da scuola!"

P: " Sicura?
Se gli dai un po' di Nurofen gli passa e vedrai che ce la fa!"

J: " Ma papa!!!!"

P: " Sei arrivato al 25 marzo senza neppure un'ora di assenza!
Dai che ce la fai!!" 

J - I: " NO!!!!!"

E anche la 'roccia' Junior ha vacillato: sarà forse colpa di questo tempo pazzo che ci fa svegliare con i pinguini ed andare a letto con i cammelli???

venerdì 22 marzo 2019

Mille abbracci

Mentre lo toglieva dal seggiolino della macchina gli ha detto:
" Mi raccomando!!
Adesso entriamo in questo posto e devi fare il bravissimo.
Tieni sempre la mano della mamma e non toccare niente.
Capito?"

Lui l'ha guardata negli occhi allungano le braccine e le ha detto: " Sciiiiii!!!"

Considerando che il suo vocabolario è composto da : Mama, Baba, Tata, gnam gman, bam bam e sciiii - direi che non c'era troppa scelta.

Appena entrati ha iniziato a scalpitare.

Gli: " Iiiihh!!!" si sono sprecati.

Anche gli strattoni mentre con il dito le indica tutto.

E poi loro: le pozzanghere!!

Perché portare un nanetto di un anno e mezzo, per la prima volta, in un vivaio è un'esperienza meravigliosa.

Quando poi lui, in preda ad una felicità incontrollabile, ti abbraccia fortissimo le ginocchia ridendo come un folle, puoi solo pensare che la felicità dei bambini è la cosa più genuina, coinvolgente e clonabile del mondo.

Mille di questi abbracci!



giovedì 21 marzo 2019

Quale dimensione

Lui, Medio,  il prossimo mercoledì partirà per una gita con la sua classe.

In pullman......

Le immagini di quanto accaduto ieri sulla Paullese le infuocano gli occhi e il cuore.

E se, su quel pullman, non ci fossero stati di ragazzini svegli delle medie, con i loro bei cellulari, ma quelli delle elementari o di una scuola materna?

Non voglio neppure immaginarlo.....

Resta il fatto che sulla chat di classe, qualche mamma ha già scritto: " Ma quattro notizie sull'autista che li accompagnerà in gita??? Così, giusto per scrupolo...."

Come darle torto.

Mi chiedo: perché siamo costretti a vivere in questa costante dimensione di paura?

Di tutto e tutti.

Costretti a vedere il male ovunque.

Non è questo il mondo che voglio per i miei figli.

Perché l'uomo non riesce a vedere nell'altro il 'fratello' con cui creare, condividere e crescere ma solo qualcuno da distruggere, dividere ed annientare??

Non si impara mai niente dagli errori già  commessi, purtroppo.

Troppo ciechi e impegnati a difendere il proprio fazzoletto di terra.

Mancano solo clava e pitture rupestri.

Involuzione di una specie.

mercoledì 20 marzo 2019

Notti balorde

Apre gli occhi ed è ancora buio.
 
La luce rossa della radiosveglia segna le 3:48.
 
Mino respira profondamente nel suo letto.
 
Lei si alza, va in bagno e torna nel calduccio del suo letto.
 
Tende le orecchie per cogliere i segnali che il suo ragazzo si stia per svegliare: d'altronde è la sua ora!
 
Dalle 3:30 alle 4:00.
 
L'urlo 'Maaaamaaaa'!!!! risuona per la casa, sempre, a quell'ora.
 
Che fare quindi??
 
Riaddormentarsi?
 
Restare nel dormiveglia e aspettare?
 
Mettersi a leggere con la testa sotto le lenzuola?
 
Afferra il suo Kindle che tiene sempre sotto il cuscino, schiaccia il tasto e si immerge nella lettura.
 
Quando riemerge le sveglia segna le 5:12.
 
Ha letto per un'ora e mezza???
 
Si è giocata un'ora e mezza di sonno???
 
Il Mino continua a ronfarsela.
 
Lei si gira sul fianco e si gode la sua ultima ora di sonno, in cui sogna di essere un maitre di sala in un ristorante dove si cucinano piatti floreali, serviti in quei contenitori porta cucito che usavano le nonne.
 
....la privazione di sonno aumenta la fantasia e i sogni balordi. 
 

martedì 19 marzo 2019

Dirtelo e dartelo

Impe: " JUNIOR!!!!!
Vieni un po' qui!!
Sul gruppo delle mamme della tua classe parlano di un avviso che ti hanno dato a scuola qualche giorno fa.
Perché io non ho visto niente?"

Junior: " Mamma guarda che te l'ho detto e tu mi hai anche risposto!"

I: " Tesoro, lo sai che io mi dimentico le cose dal naso alla bocca!
Carta, io ho bisogno della carta!"

J: " Per me dirtelo è come dartelo!"

I: " Molto bene!!
Questa sera ti preparerò un hamburger.
Se però non ti troverai nulla nel piatto è perché anche per me ' dirtelo è come dartelo'.
Contento??"

J: " Ufff....te lo vado a prendere 'stò avviso!!!
Però l'hamburger me lo prepari veramente questa sera???"

Toccagli tutto ma non il cibo!!!!

lunedì 18 marzo 2019

Come sarà?

La genetica non mente!

Mai!

Ieri, la Bis, ha invitato figlie, generi e nipoti vari al ristorante per festeggiare le sue 92 primavere.

Ha minacciato tutti: " Non voglio niente! Guai a voi se mi comprate qualcosa!"

Naturalmente non è stata ascoltata.

Le 3 figlie le hanno comprato un piccolo presente.

Lei, alla vista del pacco si è inalberata.

Ha iniziato a criticare la carta leopardata con cui era confezionato: " Che razza di disegno....."

Lo ha scartato e ha emesso il suo verdetto: " Questo tappeto del bagno è troppo grosso e rischio di inciamparci. Volete che mi rompa un femore??
Che brutta questa passatoia! Quella che ho giù adesso è molto più bella.
Ve l'ho detto che non mi serviva niente!
Potete restituire tutte!"

Loro 6 nipoti hanno assistito a tutta la scena e sono esplosi in una risata.

Le loro 3 mamme sono U.G.U.A.L.I. alla loro di mamma: soddisfazione zero quando si parla di regali!!

Poi è stato il loro turno.

Hanno estratto un cartoncino che richiudeva una fato della bis con loro sei, trasformata in un puzzle.

Lei lo ha guardato e si è illuminata: " Questo sì che è un bel regalo!"

E niente....se la genetica non mente, diventerà anche lei così cagac**o????

giovedì 14 marzo 2019

Nascosto

Mamma, dopo aver finito di raccogliere la biancheria, entra in cucina e trova il suo Mino solo.

Impe : " Ma....cosa ci fai da solo!
Ho chiesto a Junior di darti un occhi e invece....che fine ha fatto?"

Psssss

I: " Sarà imboscato con quel cavolo di tablet a rimbambirsi."

Pssssss

I: " In bagno e con il tablet!
Ci scommetto!!

Psssss

I: " Che diavolo è questo 'pssss'....."

Junior: " Pssss.....mamma...."

I: " Junior???
Ma dove diavolo sei?!?!"

J: " Sto giocando a nascondino con il Mino.
Non mi ha ancora trovato.
Non guardare sotto il tavolo che mi scopre...."

Lei si abbassa e  lo vede:

 

I: " Originale.....nascondiglio decisamente originale Junior!"

J: " Se mi passi il tablet posso stare nascosto ancora un po'!"

I: " Ma tu  pensa!
Resta pure lì che poi ti passo la cena!"

Quando la PS ci fa un baffo!