mercoledì 12 aprile 2017

Pasqualiamo!!!!


Oggi è l'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze di Pasqua che dureranno.....fino al 25 aprile.

La scuola di Qui aveva deciso di anticipare l'inizio dell'anno scolastico a settembre per poi aggiungere i giorni guadagnati ai canonici della pausa pasquale, attaccandoci pure il ponte del 25 aprile.

Ed eccovi servite due settimane di figli a casa!

Che di per sè, considerando il mio periodo di stanca, non è un male!

Per fortuna ci sono le nonne che si smazzeranno il trio mentre sarò a lavorare.

E chi i nonni non li ha?
Che fa????
Si piglia due settimane di ferie?
Paga qualcuno che gli curi i figli?
Insomma: si deve trovare un modo per 'parcheggiarli' - termine poco delicato ma che rende bene l'idea!

Perchè certe scelte istituzionali non tengono assolutamente conto dei bisogni delle famiglie, con entrambi i genitori lavoratori e senza supporto famigliare alle spalle.

Benedette siano le associazioni di volontariato o sportive che si inventano progetti tampone in questi periodi di vacanza. 

Da domani  parcheggiamo le cartelle!!

Che inizino le vacanze di Pasqua!!

PS: che poi siano stracolmi di compiti è un altro paio di maniche.......

 

7 commenti:

  1. ... e Lore dovrà pure recuperare i lavori a causa delle sue assenze di questi giorno. ciaone proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon lavoro!!!
      Le famose Compitanze di primavera

      Elimina
  2. In Francia si inizia i primi di settembre e si finisce agli inizi di luglio, ogni 6 settimane di scuole ce ne sono 2 di vacanza. Ci sono tutta una serie di attività, ovviamente a pagamento, in centri simili ai nostri centri estivi oppure con le associazioni sportive. Questi centri poi lavorano anche durante il resto dell'anno perché molte scuole hanno ancora mantenuto il mercoledì a casa.
    Quello che voglio dire è che non è una questione di istituzioni, ma di poca offerta di centri (che siano anche a pagamento) e sai perché? Perché in Italia diamo sempre per scontato che tanto ci sia la famiglia a sostegno, come nonni o mamme che non lavorano. Nel nostro paese non c'è mercato o per lo meno si crede ancora non ci sia mercato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari nelle grosse città le offerte sono più corpose, ma nei paesi si fa sempre molto-troppo affidamento alla cerchia dei parenti stretti.
      Dai quando torni metti in pista tu un bel servizio 'alla francese'! Ce n'è di bisogno.....

      Elimina
    2. Sì certo, non vedo l'ora di riempirmi di nananza durante le vacanze...

      Elimina
  3. due settimane?!?! O_O da noi stanno a casa sei giorni e poi il ponte del 25 neanche lo fanno O_O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stacanovisti!!!!
      Ok un po' di tregua, ma qui si esagera!!!

      Elimina