martedì 29 marzo 2016

Lasciati indietro

Impe: “ Che ne dite se ce ne andassimo al bar a farci una merenda?
Cioccolata calda con panna?
Eh?? Ci state??”

Propone mamma alla famiglia che si trova in montagna per la Pasqua.

Senior: “ No mamma, grazie.
Ci abbiamo pensato ma preferiamo andare a fare una camminata.
A voi va bene se ci portiamo qualcosa da mangiare nello zaino e mangiamo mentre passeggiamo??”

Mamma e papà si guardano negli occhi, sgranandoli.

Cosa????

Chi sono questi tre???

Non sono i loro figli!!!

Loro non rinuncerebbero mai a una cioccolata con la panna!!!

Soprattutto non proporrebbero mai di camminare!!!!

Medio: “ Dobbiamo parlare!
Ci viene meglio mentre facciamo trekking.”

E così fecero.

Questa è stata la prospettiva che mamma Impe e Pater si sono beccati per circa 9000 passi:

le loro spalle.

Hanno parlottato tra loro tutto il tempo.

Lei ha avuto la spiacevole sensazione che non avessero proprio più bisogno di loro due.

Che loro tre si bastassero.

L’impressione di essere lasciata indietro.

Stanno crescendo......molto uniti, e questa cosa la riempie di gioia.

9 commenti:

  1. Bellissimo!
    E ne devi essere orgogliosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto orgogliosa...ma un filino gelosa, forse....

      Elimina
  2. uguale come i miei :-(
    Ciao Impe passato buona Pasqua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pedata nel sedere e via....
      Cara Puff se vuoi fai un giro su fb, guarda come si sono massacrati a colpi di uova di cioccolato!
      La mia Pasqua è stata così....bellicosa!

      Elimina
  3. E' quel misto fra gioia e nostalgia che ogni tanto prende le mamme che stanno capendo che il tempo vola e che non saranno piu' un bisogno primario... Ma questa e' la crescita e la volata verso l'indipendenza... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una sensazione agrodolce, ma adoro la loro complicità!

      Elimina
  4. questa complicità a volte a me lascia senza fiato...... piacevolmetne senza fiato..... e adoro guardarli e osservarli prendersiper mano nel mondo ..e farsi da spalla anchenellepiccole decisioni

    RispondiElimina