venerdì 13 maggio 2016

E' una questione di assi

Il wapp le arriva alle 19.23 ‘ Sto uscendo

Pater la avvisa che la sua giornata lavorativa è finita.

E’ un segnale che significa: butta la pasta!

Questa sera però deve fermarsi in palestra a recuperare Senior che finisce gli allenamenti alle 19.30.

Gliel’ ha ricordato a pranzo però....fidarsi è bene.....ma.....conoscendo il suo pollo, gli risponde: ‘ Tranquillo! Oggi ad allenare c’è G, lo sai che lui è sempre un po’ lungo.’

Dopo neanche un quarto d’ora sente il cancello che si apre.

Un breve calcolo mentale: strada lavoro/Qui + tappa in palestra + recupero figlio + strada palestra-casa.

.....no!

I conti non tornano!!

Qualche passaggio è stato sicuramente saltato!!

Prima che entri in cortile lei lo ferma e dalla sua bocca esce una sola parola: “Senior”

Lui la guarda, sgrana gli occhi, le sorride, inserisce la retromarcia e, passandole davanti le manda un bacio.

Dopo una decina di minuti il cancello si riapre.

Sente sbattere due portiere.

Per primo entra il figlio che, abbandonato lo zaino, l’ abbraccia e le dice che ha fame – sai la novità!.

Lui arriva subito dopo, la guarda di sottecchi e sorride.

Lei scuote la testa.

Lo fissa negli occhi e se lo gode un modo questo momento:
“ Io.... io non l’ho mai fatto!!
Sono casinista, distratta, disordinata, sbadata ma non l’ho mai fatto!!
Tu, così pignolo, programmatore, preciso, stracciapalle, tu....tu ti dimentichi un figlio in giro per il mondo!!
Questa l’archiviamo assieme alle chiavi dimenticate i casa.
Se ne starà buona lì, ad aspettare il momento in cui mi servirà.
Il giorno in cui tu mi rinfaccerai qualcosa io – tac – te la tirerò fuori, così, in amicizia.
Sia mai che me le leghi al dito, noooo!
E’ solo una questione di assi nella manica. 
E la mia manica è bella larga, pronta ad accoglierne ancora e ancora e ancora....”

Preso e messo lì!

Da utilizzarsi al bisogno!

8 commenti:

  1. Giassai, Impe, le traversie del mio, di marito, col recupero bambini agli allemamenti..............

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tuuuuutti uguali!!
      Pigliamoci stò asso e mettiamocelo in saccoccia!

      Elimina
  2. Ahahahah!!
    Sai cos'è? Non li abbiamo partoriti, non possiamo dimenticarci di quelli che sono usciti da là sotto manco a volerlo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dici che è per quello???
      Non è da imputare alla loro mono-nueronalità???
      Apriamo un dibattito scientifico!

      Elimina
  3. Il mio maritino è pignolo e programmatore come il tuo, cara, ma alla fine pure mi combina cose non proprio uguali magari, ma certo similari :D
    Sono uomini, c'è poco da fare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi Maris dici che ci dobbiamo rassegnare???
      Aiuto....

      Elimina
  4. Mi é piaciuto molto dove hai detto ... TAAAC !!!


    Immagino la scena... tu pronta a tirare i tuoi assi fuori dalla manica. E... TAAAC ... beccati questo.

    Pero' se devo essere sincero, anche per una forma di solidarietá maschile questa cosa di dimenticare di andare a prendere i figli dalla palestra o alle volte dalle scuole, dalle lezioni di chitarra da quello che ti pare e compagnia cantante... l'ho letto piu' di una volta qua e la bazzicando blogs.

    Quindi diciamo che sono cose che possono succedere ( quando si é troppo presi dallo stress quotidiano ).

    In compenso mentre non ho mai letto sui blog di mamme che confessano di aver dimenticato di andare a prendere il figlio in palestra... ( anche perché i blog sono in maggioranza femminili e ovviamente voi mamme e mogli ve ne guardate bene dall' auto-sputtanarvi da sole).... dicevo .. in compenso leggendo le notizie sui giornali e quotidiani ogni tanto si legge anche di mamme che dimenticano i figli piccoli chiusi in macchina sul percorso di lavoro o al supermarket... alle volte anche sotto il sole cocente.

    Quindi ... capita a tutti .. uomini e donne

    Saluti

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il TAC, con la A un pò strisciata, è di pozzettiana memoria.
      Hai ragione: anche noi mamme le nostre belle cappellate le facciamo!
      Però....se volessimo mettere sul piatto della bilancia le incombenze di una mamma - che non ti sto a elencare per non tediarti - e il fatto che da settembre il papà due sere la settimana deve andare a recuperare un figlio in palestra e pezza, permettimi che lo sfottò è d'obbligo: TAC!!

      Elimina