giovedì 22 ottobre 2015

Un kee-way in Kuwai

Racconto dalla gita all’Expo

Junior: “Allora Mamma, quando siamo arrivati abbiamo fatto subito merenda.

Poi, attaccati al pedibus, tirato dalla maestra, siamo andati a vedere qualche padiglione.

Dopo siamo andati a fare i laboratori: bellissimi!!

Abbiamo pedalato su delle bici che, grazie alla nostro sforzo, facevano salire delle fontane d’acqua.

Poi abbiamo pescato delle palle trasparenti con delle canne: dentro c’era un disegno che qualche bambino prima di noi  ha lasciato. Io ho fatto il mio e l’ho rimesso nella palla. Chissà chi lo pescherà??

Abbiamo saltato sulle carote e ci siamo arrampicati sul pomodoro.

Abbiamo mangiato seduti per terra perché non c’era più neanche un posto per sedersi.

Poi siamo andati nel padiglione 0 saltando la fila: le maestre avevano prenotato la visita!!

Abbiamo visto lo spettacolo dell’albero della vita di giornoe la sfilata di Foody: beeeeello!!!

Poi altri padiglioni.....

Quello che mi è piaciuto più di tutti è quello del kee-way !”

Impe: “ Vorrai dire Kuwait...”

J: “ Kee-way....Kuwai...sempre con la cappa iniziano....”

Eccerto....

6 commenti:

  1. consolati, noi ad un certo punto della vita del Ric abbiamo avuto
    Baracco Bama e la Rabbia Saudita.

    RispondiElimina
  2. Non si può dire che non si sia divertito! I dettagli non contano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moltissimo!!!
      Coraggiose le maestre a portarli con tutta la fiumana di gente che c'è in questi giorni!

      Elimina
  3. uh su....che pignoleria...anche in kuwait pioverà e si avrà bisogno del kee-way.

    ahahah

    RispondiElimina