lunedì 23 maggio 2022

La lettura della vita

 Di cose ce ne sarebbero da scrivere i questa mio non spazio.

E' il tempo che manca.

Tutto veramente troppo e tanto compresso e incasinato.

Si cerca di ottimizzare l'ottimizzabile ma qualcosa rimane, inesorabilmente, indietro.

In certi casi qualcuno.....

La domanda standard del Mino è: " Mamma perchè adesso sono sempre l'ultimo ad uscire dall'asilo?" 

" Perchè, purtroppo, il post scuola è fino alle 18, se ci fosse anche un'altra ora non sarebbe male...." le verrebbe da dirgli.

Invece, abbassandosi per guardarlo negli occhi, gli dice: " Lo sai che il nonno è ancora malato e la mamma fa anche il suo lavoro. Mi spiace se sei sempre l'ultimo: adesso però stiamo tante ore assieme."

" Ma guarda che non è un problema mamma: così i giochi sono tutti per me!"

Che bella la filosofia dei bambini!

La loro lettura della vita gli permette di vedere sempre il bello nelle situazioni.

.....peccato che da adulti si disimpara questa buona abitudine!!!

Più occhi da bambino per tutti!!!!



giovedì 19 maggio 2022

I rimbambiti

La nonna Tac, la bis di 95 anni suonati, è stata ricoverata per queste settimane in una struttura per permettere, alle tre figlie, di organizzare al meglio la sua nuova condizione di ipovedente.

La stanza, con letto matrimoniale, è stata attrezzata con due letti singoli, uno per lei e l'altro per la badante.

Perchè sì, la nonna ha accettato di avere la badante, che prima era vista come il demonio

" Madonasanta! 
Qui sono tutti rimbambiti!    
La pusè svegia sono io
Ieri c'è stato il torneo di memory: ho vinto sempre io! 
Tutte le partite! 
Te l'ho detto che sono rimbambiti!
Pensa che ho sentito un uomo che diceva ad un altro: ' Ma lo sai che quella sciura lì ha 95 anni?'
Ma va! Impossibile! Ne avrà 85!!
No, no, mi ha detto che ne ha 95!
Sarà fuori di testa che non si ricorda più nemmeno l'età!'
Io fuori di testa??
Loro rimbambiti! 
Una manica di rimbambiti!
Portatemi a casa: va benissimo la badante, basta che non sto qui che mi rimbambisco pure io."

Torna nonna Tac, ti aspettiamo con gioia per giocare al memory! 

mercoledì 18 maggio 2022

Da lord a licantropo

L'altro giorno il Mino ha partecipato al suo primo compleanno con coetanei.

E' stata la prima volta che ho avuto modo di vederlo, in modo attivo, inserito in un contesto di coetanei così ampio.

Nel marasma della festa lui è stato veramente impeccabile.

Tranquillo, educato, sereno, calmo...

In mezzo al casino dei suoi coetanei che correvano, scivolavano, scoppiavano palloncini a ripetizione..... lui che faceva? Raccoglieva da terra la plastica dei palloncini esplosi e la metteva su di un tavolino, ordinata per colore.

Dovevate vedere la sua faccia quando un bambino ha fatto cadere una patatina, l'ha schiacciata e non ha raccolto le briciole da pavimento. Ci ha pensato lui!

Le altre mamme mi guardavano incredule, meravigliate, forse pure un pò invidiose.

" Giuro, non è sempre così. E' umano anche lui!"

Dopo un ora e mezza, quasi alle 19, hanno salutato e sono andati a casa.

E lì è scattata la metamorfosi: da lord a licantropo.

Un matto frignone.

Accozzato alle gambe.

Impe: " Mino basta, fammi capire cosa c'è che non va??"

Mino: " Io non volevo!!"

I: " 'Non volevo' cosa?!?"

M: " Non volevo tornare a casa? Perchè siamo tornati a casa?"

I: " Tesoro la festa era finita! Stavano andando a casa tutti! Erano già le 7!!"

M: " Ma il Lorenzo era ancora lì!"

I: " Tesoro lui era il festeggiato! Per forza fa l'ultimo!"

Il mio lord licantropo!

venerdì 13 maggio 2022

Con candeggina

Periodo molto, moltissimo incasinato.

E pieno, pienissimo!

Lei ce la mette tutta per non perdere i pezzi.

Ma si sa, la perfezione non fa per lei!

E così, mentre riempie la lavatrice quotidiana, acchiappa la maglietta più bella del Mino, bombardata da sugo e macchie di cioccolato, e la spruzza con lo sgrassatore.

Peccato che, quando la stende, si accorge che non era semplice sgrassatore, ma sgrassatore e candeggina.

Maglietta rovinata e non più recuperabile.

Amen.

PS: la foto ci sarebbe stata bene, qui, ma come detto prima, non ce la può fare.....

martedì 10 maggio 2022

L'indipendenza

Troppo silenzio!
Troppo troppissimo silenzio.

Il ragazzo è in bagno, con la porta chiusa, da parecchio tempo.

Il lato 'mamma scassarazzo' la farebbe avventare sulla maniglia e andare a vedere cosa sta combinando.

La voce della mamma cialtrona però le sussurra: " C'è silenzio? Non scorre sangue? Non ti sta chiamando? E allora perchè gli devi rompere le balle! Lascialo lì! Quando avrà finito verrà lui a cercarti."

Indovinate lei chi ha ascoltato?

Ha continuato a farsi bellamente gli affari propri fino a  quando se l'è visto arrivare, con un sorrisone stampato in faccia e i capelli fradici, che gli gocciolavano nel collo.

" Avevo caldo!
Mi sono lavato i capelli nel lavandino.
Con il sapone.
Senti come profumo?
Adesso mi metti la spina che me li asciugo?"




Evviva l'indipendenza.


 

lunedì 9 maggio 2022

Chiamatela maledetta

Beata la mamma che sa sorridere anche quando tutto attorno è nuvolo.
Beata la mamma che sa parlare senza urlare.
Beata la mamma che sa amare senza strafare.
Beata la mamma che sa essere ciò che vuole trasmettere.
Beata la mamma che non insegna la vita facile ma la via giusta.
Beata la mamma che non smette mai di essere mamma.

Questa è una preghiera che ieri pomeriggio ha recitato assieme ad altre mamma, durante un momento di condivisione in oratorio.

E niente, chiamatela maledetta.

Evviva la festa delle perpetuatrici della specie!!

mercoledì 4 maggio 2022

Cittadina stronzello

 La vede accostarsi e sa già cosa accadrà a breve.

Una persona scende dall'auto, apre il baule, estrae un sacchetto e lo appoggia sopra.

Così: 


Rientra in auto e se ne va.

Lei non fa in tempo a filmare l'accaduto ma riesce a fotografare la targa dell'auto  

Scatta pure una foto alla spazzatura abbandonata e le invia, via mail, alla polizia municipale.

Alcuni paesi nella zona - non il loro - fanno pagare ai cittadini lo smaltimento dei rifiuti a peso - metodo, sulla carta, assolutamente democratico:  produci, paghi; non produci, non paghi.

Se tutti fossero onesti funzionerebbe alla perfezione, peccato che fatta la legge trovato l'inganno, o meglio: lo spargitore di pattume.

Molti, moltissimi, per non pagare, abbandonano i proprio scarti ovunque.

Gettonatissimo è il piccolo bidone posto a una trentina di metri da casa loro.

In alcuni momenti è accerchiato e sepolto dai sacchetti.

Ha provato anche a fermare qualche zozzone che stavo mollando i sacchetti che le ha chiesto ingenuamente: ma non posso farlo??? 

No, cazzo!!! Non è una piattaforma ecologica! E' un bidoncino!

Così lei ha deciso di essere una cittadina modello e di segnalare ogni trasgressore, che incontra sulla sua strada, alla municipale.

Da cittadina modello a cittadina stronzello è un attimo!!!

State attenti a dove lasciate la rumenta!

Lei vi cura!